Il lento dondolio della testa accompagnato da un impercettibile movimento del corpo, mani dure, rugose, segnate dalla fatica che improvvisamente si protendono in avanti come nel vano tentativo di raggiungere qualcuno, un canto struggente che ritma la gestualità in un crescendo emozionante.

Le voci si inseguono e riecheggiano tra gli affreschi del Domenichino e 52 busti d’argento, siamo nella Real Cappella del Tesoro, all’interno del Duomo di Napoli, ma se per un attimo provassimo ad astrarci dal luogo in cui ci troviamo e lasciassimo correre la fantasia potremmo immaginare, ascoltando questa nenia, di trovarci sulle antiche “rampe del Petraio” che dalla collina del Vomero portano sino a Chiaia, al mare di Napoli.

Potremmo pensare di sentire il rumore della biancheria profumata sbattuta dal vento e messa lì, ad asciugare al sole, mentre le lavandaie intonano le villanelle. Oppure potremmo immaginare di essere in uno dei quartieri più popolari di Napoli, la Sanità, quando tutto lo spazio antistante il palazzo dello “spagnuolo”, disegnata nel ‘700 dall’architetto Luigi San Felice diventa, soprattutto la vigilia di Natale, uno dei mercati più colorati e ricchi della città partenopea, ispirando i grandi artigiani del presepe napoletano del ‘600 e del ‘700.

In queste voci che ascoltiamo all’interno della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro, una delle più straordinarie testimonianze del barocco, sono racchiusi millenni della grande civiltà napoletana.

Sono i cori delle “parenti” di San Gennaro ed attendono il Miracolo del patrono di Napoli: lo scioglimento del sangue.

A maggio ed a settembre, nei giorni del miracolo, siedono in chiesa in prima fila, possono parlare al busto di San Gennaro, gli rivolgono esortazioni a non tardare nel fare il miracolo, frasi tenere che Matilde Serao definì “vezzeggiativi scJesce e….facci grazia.

Il museo è CHIUSO. Prossima apertura alle 09:00 fino alle 16:30. Ultimo ingresso alle 16:00

Follow us on instagram

❤ A San Valentino ogni coppia potrà accedere al Museo del Tesoro al costo di un solo biglietto.
Trascorri la giornata più romantica dell'anno al Museo! ❤

#SanValentinoDay

Solo il 14 febbraio i ticket per coppia saranno:
6 €-Ingresso per 2 persone al Museo del Tesoro di San Gennaro
8 € - Ingresso per 2 persone al Museo del Tesoro di San Gennaro e al Museo Filangieri

#sanvalentino #love #amore #valentinesday #sanvalentinesday #innamorati #sanvalentinoinlove #sanvalentinoday #cuore #napoli
#visitSanGennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

30 0

Simile ad una mano ritrovata nel porto di Cartagena in Spagna è la Mano sabazia proveniente da Ercolano del I sec. d. C.
Questa mano ha il pollice, l'indice e il medio, allungati e l'anello e il mignolo piegati sul palmo, che rappresenta il gesto della "mano della benedizione". Sempre a rilievo appaiono una serie di figure, tra le quali spicca il dio Sabazio che è seduto, con i piedi sulla testa di un ariete. Un serpente viaggia sul dorso della mano per opporsi alla figura umana di Dio.

Nella sua parte inferiore, il pezzo mostra anche la scena di una donna che allatta un bambino, un'ara fiammeggiante e un coltello per il sacrificio. Ci sono anche contenitori, strumenti a percussione, diverse figure e motivi che identificano Sabazio, dio di origine frigia, con Giove, quindi a volte viene chiamato Giove-Sabazio.
Ci sono anche elementi nella mano, come la vite che la assimila ai culti di Dioniso ed Hermes.

La forza distruttiva del grande vulcano e la forza creativa dell’arte a confronto nella mostra Vulcanica. Il fuoco che crea.
Si ringrazia 2B Forwarding per il sostegno alla mostra @2bforwarding
#vulcanica #ilfuocochecrea #mostra #visitSanGennaro #sangennaro #museosangennaro #museodeltestorosangennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

42 0

Il bracciale serpentiforme è uno dei gioielli più diffuso a Pompei e nel mondo romano tra il I sec. a. C. - I sec. d. C.
Questi oggetti, così preziosi, sono stati spesso ritrovati ancora al polso delle donne di Pompei, decedute mentre cercavano di scappare dalla furia del Vesuvio.

La forza distruttiva del grande vulcano e la forza creativa dell’arte a confronto nella mostra Vulcanica. Il fuoco che crea.
Si ringrazia 2B Forwarding per il sostegno alla mostra
#vulcanica #ilfuocochecrea #mostra #visitSanGennaro #sangennaro #museosangennaro #museodeltestorosangennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

54 1
This error message is only visible to WordPress admins

Warning: The account for sangennaromuseo needs to be reconnected.
Due to Instagram platform changes on March 2, 2020, this Instagram account needs to be reconnected to allow the feed to continue updating. Reconnect on plugin Settings page

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Iscriviti alla nostra mailing list e sarai informato su iniziative e novità sul Museo del Tesoro di San Gennaro.

Grazie per esserti registrato!

Pin It on Pinterest