L’Antefatto

Il 22 gennaio 2016 il Ministero dell’Interno emana un decreto che, equiparando la Cappella del tesoro di San Gennaro a una fabbriceria (termine con cui si identifica un bene della Chiesa), fissa il termine di un anno per la approvazione del nuovo Statuto della Cappella.

Il provvedimento viene considerato un oggettivo pericolo per la salvaguardia della stessa Cappella quale ente laico e della Deputazione, l’organo che, per volere della Città di Napoli, l’amministra da sempre.

Sul piano giuridico, la Deputazione impugna il decreto, notificando un articolato ricorso al Ministero e alla Curia e nel contempo, sul piano diplomatico, avvia un delicato percorso per rappresentare a entrambi l’infondatezza della decisione e la necessità che la Cappella rimanga di proprietà esclusiva della Città

La partecipazione popolare

La città di Napoli si stringe intorno alla Deputazione e con essa i media di tutto il mondo che, nel riportare la notizia per più giorni, fanno quadrato con i deputati e l’istituzione.

In soli dieci giorni vengono raccolte oltre diecimila firme in una petizione popolare a sostegno dell’Ente e della sua laicità, ma la partecipazione più commovente è data dal movimento spontaneo di sabato 5 marzo: alle 15 circa, tremila persone si riuniscono innanzi il sagrato del Duomo per manifestare in favore della laicità della Cappella e sventolano ciascuno un fazzoletto bianco, ripetendo il segno che da secoli il Deputato di turno dà alla Città non appena il sangue del Patrono si scioglie.

previous arrow
next arrow
Full screenExit full screen
Slider

La svolta

Il 23 aprile 2016 la Curia e la Deputazione sottoscrivono uno storico atto con il quale viene chiarita tra le parti la laicità della Cappella.

Il 30 aprile 2016, in occasione del “Miracolo di maggio” il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, incontra a Napoli la Deputazione e la Curia per sugellare l’intesa raggiunta.

Firma storico atto che dichiara la laicità della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro. Presenti (a partire da sinistra) il Cardinale Sepe, Il presidente della deputazione Imperiali ed il vice presidente Carafa.

 

Il museo è CHIUSO. Prossima apertura alle 09:00 fino alle 16:30. Ultimo ingresso alle 16:00

Follow us on instagram

❤ A San Valentino ogni coppia potrà accedere al Museo del Tesoro al costo di un solo biglietto.
Trascorri la giornata più romantica dell'anno al Museo! ❤

#SanValentinoDay

Solo il 14 febbraio i ticket per coppia saranno:
6 €-Ingresso per 2 persone al Museo del Tesoro di San Gennaro
8 € - Ingresso per 2 persone al Museo del Tesoro di San Gennaro e al Museo Filangieri

#sanvalentino #love #amore #valentinesday #sanvalentinesday #innamorati #sanvalentinoinlove #sanvalentinoday #cuore #napoli
#visitSanGennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

30 0

Simile ad una mano ritrovata nel porto di Cartagena in Spagna è la Mano sabazia proveniente da Ercolano del I sec. d. C.
Questa mano ha il pollice, l'indice e il medio, allungati e l'anello e il mignolo piegati sul palmo, che rappresenta il gesto della "mano della benedizione". Sempre a rilievo appaiono una serie di figure, tra le quali spicca il dio Sabazio che è seduto, con i piedi sulla testa di un ariete. Un serpente viaggia sul dorso della mano per opporsi alla figura umana di Dio.

Nella sua parte inferiore, il pezzo mostra anche la scena di una donna che allatta un bambino, un'ara fiammeggiante e un coltello per il sacrificio. Ci sono anche contenitori, strumenti a percussione, diverse figure e motivi che identificano Sabazio, dio di origine frigia, con Giove, quindi a volte viene chiamato Giove-Sabazio.
Ci sono anche elementi nella mano, come la vite che la assimila ai culti di Dioniso ed Hermes.

La forza distruttiva del grande vulcano e la forza creativa dell’arte a confronto nella mostra Vulcanica. Il fuoco che crea.
Si ringrazia 2B Forwarding per il sostegno alla mostra @2bforwarding
#vulcanica #ilfuocochecrea #mostra #visitSanGennaro #sangennaro #museosangennaro #museodeltestorosangennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

42 0

Il bracciale serpentiforme è uno dei gioielli più diffuso a Pompei e nel mondo romano tra il I sec. a. C. - I sec. d. C.
Questi oggetti, così preziosi, sono stati spesso ritrovati ancora al polso delle donne di Pompei, decedute mentre cercavano di scappare dalla furia del Vesuvio.

La forza distruttiva del grande vulcano e la forza creativa dell’arte a confronto nella mostra Vulcanica. Il fuoco che crea.
Si ringrazia 2B Forwarding per il sostegno alla mostra
#vulcanica #ilfuocochecrea #mostra #visitSanGennaro #sangennaro #museosangennaro #museodeltestorosangennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

54 1
This error message is only visible to WordPress admins

Warning: The account for sangennaromuseo needs to be reconnected.
Due to Instagram platform changes on March 2, 2020, this Instagram account needs to be reconnected to allow the feed to continue updating. Reconnect on plugin Settings page

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Iscriviti alla nostra mailing list e sarai informato su iniziative e novità sul Museo del Tesoro di San Gennaro.

Grazie per esserti registrato!

Pin It on Pinterest