L’Antefatto

Il 22 gennaio 2016 il Ministero dell’Interno emana un decreto che, equiparando la Cappella del tesoro di San Gennaro a una fabbriceria (termine con cui si identifica un bene della Chiesa), fissa il termine di un anno per la approvazione del nuovo Statuto della Cappella.

Il provvedimento viene considerato un oggettivo pericolo per la salvaguardia della stessa Cappella quale ente laico e della Deputazione, l’organo che, per volere della Città di Napoli, l’amministra da sempre.

Sul piano giuridico, la Deputazione impugna il decreto, notificando un articolato ricorso al Ministero e alla Curia e nel contempo, sul piano diplomatico, avvia un delicato percorso per rappresentare a entrambi l’infondatezza della decisione e la necessità che la Cappella rimanga di proprietà esclusiva della Città

La partecipazione popolare

La città di Napoli si stringe intorno alla Deputazione e con essa i media di tutto il mondo che, nel riportare la notizia per più giorni, fanno quadrato con i deputati e l’istituzione.

In soli dieci giorni vengono raccolte oltre diecimila firme in una petizione popolare a sostegno dell’Ente e della sua laicità, ma la partecipazione più commovente è data dal movimento spontaneo di sabato 5 marzo: alle 15 circa, tremila persone si riuniscono innanzi il sagrato del Duomo per manifestare in favore della laicità della Cappella e sventolano ciascuno un fazzoletto bianco, ripetendo il segno che da secoli il Deputato di turno dà alla Città non appena il sangue del Patrono si scioglie.

previous arrow
next arrow
Slider

La svolta

Il 23 aprile 2016 la Curia e la Deputazione sottoscrivono uno storico atto con il quale viene chiarita tra le parti la laicità della Cappella.

Il 30 aprile 2016, in occasione del “Miracolo di maggio” il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, incontra a Napoli la Deputazione e la Curia per sugellare l’intesa raggiunta.

Firma storico atto che dichiara la laicità della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro. Presenti (a partire da sinistra) il Cardinale Sepe, Il presidente della deputazione Imperiali ed il vice presidente Carafa.

 

Il museo è APERTO fino alle 14:00. Ultimo ingresso alle 13:30

Follow us on instagram

Anche quest’anno la pandemia ci sta tenendo distanti, ma l’arte non si arrende: il Museo del Tesoro di San Gennaro spalancherà le sue porte virtuali in occasione della Pasquetta 2021.

L’appuntamento è alle ore 11.00 di lunedì 5 Aprile 2021 in diretta Facebook sulla pagina ufficiale del Museo del Tesoro di San Gennaro.
A guidarvi ci sarà una guida d’eccezione: @paolojorio , fondatore e direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro.

Sarà un’occasione emozionante per scoprire non solo i tesori e le meraviglie presenti nel Museo, donati dai potenti di ogni epoca e devoti a San Gennaro, ma anche curiosità e aneddoti inediti.

#pasqua #2021 #happyeaster #pasquetta
#cristorisorto #resurrezione #igersnapoli #igerscampania  #igersnapoli  #museitaliani  #historyofart #art #artist #artoninstagram #italianart #italianartist  #theartlovers #instaartoftheday  #artstagram   #painting  #art_community #paintingday  #artistsoninstagram #artoftheday #beniculturalionline #napolidascoprire #naplesitaly🇮🇹 #viadeitribunali #museodeltesorodisangennaro
...

Auguriamo a tutti una Buona Pasqua con l’opera dell’argentiere Filippo Del Giudice: il Cristo Risorto (1767).

La statua in argento è realizzata con la tecnica della fusione e il Cristo Risorto ricoperto da un panneggio finemente lavorato a cesello che ricade morbido sul braccio destro alzato benedicente e lascia scoperto il corpo dalla magnifica posa plastica.
La statuetta, che in origine probabilmente era dotata di una base, presenta il Cristo posto su una nuvola decorata da testine di putti alati, recante nella mano sinistra una bandiera.

La sua originaria destinazione era la decorazione dell’altare maggiore della Cappella del Tesoro, durante le festività pasquali.

#pasqua #2021 #happyeaster
#cristorisorto #resurrezione #igersnapoli #igerscampania  #igersnapoli  #museitaliani  #historyofart #art #artist #artoninstagram #italianart #italianartist  #theartlovers #instaartoftheday  #artstagram   #painting  #art_community #paintingday  #artistsoninstagram #artoftheday #beniculturalionline #napolidascoprire #naplesitaly🇮🇹 #viadeitribunali #napolidavivere #arounditaly #museodeltesorodisangennaro
...

Celebriamo questo #venerdìsanto con la Croce d’Altare (1707), esposta nel #museodeltesorodisangennaro .
L’opera è considerata una delle dieci meraviglie del Tesoro di San Gennaro per la sua ricchezza intrinseca, per la sua sobrietà e per la bellezza plastica del Cristo.
È uno dei rarissimi esempi esistenti di argenteria napoletana settecentesca decorata in corallo.
Si hanno poche notizie sulla lavorazione del corallo in età barocca, ma sembra essere molto diffuso l’accostamento del corallo all’argento e al rame dorato.
Al tempo questo tipo di lavorazione incontrava largamente il gusto della committenza laica e di quella ecclesiastica.
La croce è stata sicuramente realizzata a Napoli, grazie alla presenza dei marchi impressi che indicano la data e il console dell’epoca, Nicola Avitabile.
Non abbiamo notizie sull’argentiere, ma la Committenza è certa. Al centro della base vi è lo stemma della famiglia Spera, che dona la croce a San Gennaro per devozione.

#venerdisanto #pasqua #2021
#croce #igersnapoli #igerscampania  #igersnapoli  #museitaliani  #historyofart #art #artist #artoninstagram #italianart #italianartist  #theartlovers #instaartoftheday  #artstagram   #painting  #art_community #paintingday  #artistsoninstagram #artoftheday #beniculturalionline #napolidascoprire #naplesitaly🇮🇹 #viadeitribunali #napolidavedere
...

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Iscriviti alla nostra mailing list e sarai informato su iniziative e novità sul Museo del Tesoro di San Gennaro.

Grazie per esserti registrato!

Pin It on Pinterest