Presentazione del sesto volume della collana San Gennaro Patrono delle arti

Il 28 gennaio p.v. alle ore 19.00, presso lo splendido scenario della Cappella del Tesoro di San Gennaro, sarà presentato il sesto volume della collana “San Gennaro Patrono delle arti – Conversazioni in Cappella” con gli interventi del dott. Biagio De Giovanni, l’avvocato Riccardo Imperiali di Francavilla componente della Deputazione e Stefano Causa docente di storia di arte contemporanea dell’Università degli studi Suor Orsola Benincasa.

La cultura architettonica tra Controriforma e Barocco, i busti reliquiari in argento di Lorenzo Vaccaro, gli affreschi di Francesco Rossi per l’antisagrestia, i rami di Luca Giordano per la Sagrestia Nuova sono i temi contenuti nel sesto volume che comprende il ciclo di conversazioni del 2018 nella Cappella del tesoro di San Gennaro nel Duomo di Napoli dedicato, quindi, agli  arredi plastici e pittorici che decorano uno dei luoghi simbolo della fede della storia, della cultura della città, emblema e dimora d’elezione del patrono e dei capolavori che ne celebrano la gloria.

San Gennaro Patrono delle Arti – Conversazioni in Cappella

Giunto ormai alla sesta edizione, il ciclo di dialoghi “San Gennaro Patrono delle Arti – Conversazioni in Cappella” organizzato dalla Deputazione della Real Cappella del tesoro, curato dal professore Stefano Causa e dalla dottoressa Luciana De Maria, coordinato da Biagio Conte, si è mostrato come una vera e propria analisi analitica degli elementi e delle opere che compongono il magnificente apparato scenico della Real Cappella.

Col passare del tempo il progetto San Gennaro Patrono delle Arti ha preso forma diventando, a Napoli, l’unico bollettino culturale dedicato a un monumento partenopeo e centrando anche tre obiettivi: riportare la Cappella di San Gennaro al centro dell’attenzione degli studiosi, e non solo dei devoti, diventare un laboratorio culturale, dando l’opportunità ad alcuni giovani studiosi di mettersi alla prova in un palcoscenico autorevole, e infine trasformare le relazioni  in volumi e quindi in veri e propri bollettini annuali.

I volumi, sono da individuarsi come uno strumento di studio e di approfondimento scientifico, che rende chiari molti aspetti della produzione barocca, e che diviene ogni anno base per ulteriori ricerche e approfondimenti. 

Il museo è CHIUSO. Prossima apertura alle 09:00 fino alle 16:30. Ultimo ingresso alle 16:00

Follow us on instagram

❤ A San Valentino ogni coppia potrà accedere al Museo del Tesoro al costo di un solo biglietto.
Trascorri la giornata più romantica dell'anno al Museo! ❤

#SanValentinoDay

Solo il 14 febbraio i ticket per coppia saranno:
6 €-Ingresso per 2 persone al Museo del Tesoro di San Gennaro
8 € - Ingresso per 2 persone al Museo del Tesoro di San Gennaro e al Museo Filangieri

#sanvalentino #love #amore #valentinesday #sanvalentinesday #innamorati #sanvalentinoinlove #sanvalentinoday #cuore #napoli
#visitSanGennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

30 0

Simile ad una mano ritrovata nel porto di Cartagena in Spagna è la Mano sabazia proveniente da Ercolano del I sec. d. C.
Questa mano ha il pollice, l'indice e il medio, allungati e l'anello e il mignolo piegati sul palmo, che rappresenta il gesto della "mano della benedizione". Sempre a rilievo appaiono una serie di figure, tra le quali spicca il dio Sabazio che è seduto, con i piedi sulla testa di un ariete. Un serpente viaggia sul dorso della mano per opporsi alla figura umana di Dio.

Nella sua parte inferiore, il pezzo mostra anche la scena di una donna che allatta un bambino, un'ara fiammeggiante e un coltello per il sacrificio. Ci sono anche contenitori, strumenti a percussione, diverse figure e motivi che identificano Sabazio, dio di origine frigia, con Giove, quindi a volte viene chiamato Giove-Sabazio.
Ci sono anche elementi nella mano, come la vite che la assimila ai culti di Dioniso ed Hermes.

La forza distruttiva del grande vulcano e la forza creativa dell’arte a confronto nella mostra Vulcanica. Il fuoco che crea.
Si ringrazia 2B Forwarding per il sostegno alla mostra @2bforwarding
#vulcanica #ilfuocochecrea #mostra #visitSanGennaro #sangennaro #museosangennaro #museodeltestorosangennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

42 0

Il bracciale serpentiforme è uno dei gioielli più diffuso a Pompei e nel mondo romano tra il I sec. a. C. - I sec. d. C.
Questi oggetti, così preziosi, sono stati spesso ritrovati ancora al polso delle donne di Pompei, decedute mentre cercavano di scappare dalla furia del Vesuvio.

La forza distruttiva del grande vulcano e la forza creativa dell’arte a confronto nella mostra Vulcanica. Il fuoco che crea.
Si ringrazia 2B Forwarding per il sostegno alla mostra
#vulcanica #ilfuocochecrea #mostra #visitSanGennaro #sangennaro #museosangennaro #museodeltestorosangennaro #museodeltesoro #napoli #duomo #visitnaples #naples #diecimeraviglie #naples #duomodinapoli #italy #napolidavivere #italia #duomosangennaro #art #duomonapoli #bellaitalia #napolinstagram #napolinelcuore #lovesud #igersnapoli
...

54 1
This error message is only visible to WordPress admins

Warning: The account for sangennaromuseo needs to be reconnected.
Due to Instagram platform changes on March 2, 2020, this Instagram account needs to be reconnected to allow the feed to continue updating. Reconnect on plugin Settings page

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Resta aggiornato sulle novità del nostro Museo

Iscriviti alla nostra mailing list e sarai informato su iniziative e novità sul Museo del Tesoro di San Gennaro.

Grazie per esserti registrato!

Pin It on Pinterest